Epistolario

Paolo Emilio Antognoli

Caro Arturo come stai? Sarà vicino il battesimo della bimba. Sarà di certo un bel momento. Specie per chi come te avverte l'attrazione del sacro. Tanti auguri. Dare un nome alla propria figlia come un atto sacro attraverso una polla d'acqua benedetta.

Eugenio Miccini

...ma riconosco che 0PERA PRIMA è un punto sicuro del tuo lavoro, un lavoro organico. La poesia visiva deve raggiungere la stessa complessità, anche se per folgorazioni sintetiche: in ogni opera, in ogni quadro ci deve essere un mondo altrimenti è gioco precario, in quanto, appunto, poesia. Eugenio...

Mariella Bettarini

..e dell'invio del suo magnifico catalogo, che ho apprezzato particolarmente. La sua è davvero un'opera di grande intelligenza e fascino. Mariella Bettarini, Firenze, 15/5/1996

Luciano Caruso

Caro Lini, ovviamente a me piacciono di più i lavori visuali delle poesie scritte (ma non sarà una deformazione professionale?) e fra questi mi interessano quelli più materici... Luciano Caruso, Firenze 30/8

Tommaso Paloscia

Lini carissimo, sono felice del successo editoriale che ti raggiunge proprio con la poesia, vale a dire con una tua espressione da me tanto apprezzata (ne ho fatto brevissimo cenno nel terzo volume di "Accadde in Toscana" uscito in questi giorni) e che, rivelando la sensibilità del tuo animo,...

Alessandro Duranti

Gentile sig. Lini anche a nome di Garboli la ringrazio per il bel librettino di poesie (molto sensibili) inviato a Paragone. Alessandro Duranti, Firenze 5/3/1998

Francesco Pasca

Caro Arturo, grazie di aver risposto alla mia “Farneticazione Singlossica”. L’avermi inizializzato con quel Ambito-Abito, è il caso di dire, non ha parole. La soddisfazione di trovarmi, ma ne ero certo, con chi di Poesia, almeno di quella da me intesa non ortodossa, sa e ne sa fare il suo...

Lamberto Pignotti

Preg.mo Arturo Lini, grazie per le sue poesie, mi rincresce di doverle rispondere tra un treno in arrivo e uno in partenza. Non è facile dare consigli per le mostre di poesia visiva. Roma, gennaio 86. 

Nicola Micieli

Ho scoperto un altro artista volterrano: transfuga e, al solito, bravo. È Arturo Lini, classe 1948, nato a Volterra e vissuto, come leggerai dalla breve..

Antonino Bove

Caro Arturo, Paolo Antognoli tempo fa mi dette una tua pubblicazione dal titolo "Appena Stella" che mi è piaciuta molto. A mia volta ti spedisco due brevi racconti..

Romano Masoni

Mi hai fatto dono delle tue poesie e te ne sono grato. Sono veramente belle, c'è pulizia, ritmo e musica dentro, c'è grazia nascosta e verità e non è poco di questi tempi. Se me lo permetti le pubblicherò di quando in quando su “Il Grandevetro”. Romano Masoni, Santa Croce Sull'Arno (PI), 2/12/1992

Tommaso Paloscia

Sono certo di poterla vedere la tua mostra*, considerato che resterà aperta fino a gennaio; così come sono certo che offra nuovi riscontri alla bella creatività e a quel lirismo tanto gradevole e efficace che hanno sempre sorretto l'arte tua. Persino nei momenti critici e di profondi ripensamenti....

Adriano Accattino

Caro Arturo Lini, ti ringrazio per le opere che hai presentato a Ivrea e che generosamente hai donato alla collezione..

Dalia Oggero

Tuttavia per la ricchezza delle tematiche e l'abilità nel trasformarle in un corpus poetico autonomo e personale, ritengo il suo lavoro notevole. Dalia Oggero, Torino 16 giugno 2000

Dino Carlesi

“Appena stella” è un libro che si presenta in sintonia con ciò che penso, e che vorrei scrivere attualmente. La memoria la fa da padrona, ma non ne sei schiavo, e le cose (tutte) volano leggere senza che si abbia la voglia di fermarle. È un libro tenerissimo che ruota attorno a uno “stato d'animo”...

Gio Ferri

Grazie del catalogo di Volterra e de Il Volo. La sua pittura (mi piacerebbe vedere gli originali: mi tenga informato sulle sue mostre...) mi affascina moltissimo per il rigore con cui vi si inscrive la forma della memoria. Gio Ferri, Lesa sul Lago Maggiore, 22/7/1997

Giuliano Bimbi

Caro Arturo, la tua “raccoltina” (così solo perchè sono poche poesie) è ricca di vere gemme e non orpelli, gemme delle quali ne riporto alcune, secondo me fra le più luminose.  Giuliano Bimbi, Viareggio (LU), 5/12/1997  

Luciano Roncalli

Carissimo Arturo nell'occasione ho riletto attentamente “Appena Stella” e questa rilettura mi fa ricordare che io ho sempre giurato sul tuo talento di poeta, un talento che ti porta a realizzare una poesia scintillante dove le metafore s'accendono, una dietro l'altra come fuochi d'artificio e poi...

Vincenzo Accame

Caro Lini dalle immagini del catalogo vedo poco ma chiaro mi sembra il testo di autopresentazione..